Dorme il porto

Ore 23:26. Il porto dorme, le barche dormono e anche a bordo tutti dormono: Claudio, Toni, Andrea. Ma io no…aspetto Matteo che tra poco più di due ore dovrebbe arrivare con il nuovo tendalino per Creuza. In questi ultimi mesi tutto è ruotato intorno a lei, siamo stati risucchiati dentro un vortice di lavori che ci ha distaccato quasi del tutto dal resto del mondo. E ora pare manchi poco alla fine di questo “lungo inverno”. Si sentono già gli odori dell’estate, il caldo si è già fatto sentire e ormai il sabato e la domenica le barche, quelle degli altri, escono per farsi i primi giri della stagione e per sgranchire le vele dopo tanta inattività. Tutto ci richiama verso il mare.

Ora che intorno a me c’è silenzio e tutto è fermo, trovo finalmente un momento di calma, calma e silenzio per pensare e per accorgermi che anche questa nostra esperienza terrestre sta per finire. E’ stata una bell’esperienza! Inizia adesso la fase del distacco, che mi riporta con i piedi su un mezzo galleggiante e non più ben fissati a terra; riprenderò la rotta per nuove destinazioni. Un nostro amico colombiano ci ha insegnato che, quando si giunge in un luogo dopo un lungo viaggio, l’anima impiega un pò più di tempo prima di sentirsi finalmente arrivata. Così stasera inizio a preparare l’anima, ma questa volta per ripartire, cominciando a raccogliere dentro di me questa calma, questo silenzio e questi odori d’inizio estate triestina.

Notte a tutti,

Isa

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...